You Are Here: Home » Eventi » Aspettando i Maya a Guarcino

Aspettando i Maya a Guarcino

Valle Maya

Il 21 dicembre 2012, ormai lo sanno anche i sassi, secondo i Maya finirà il mondo. Invece non tutti sanno che i Maya non hanno nulla a che fare con la località guarcinese che porta il nome di Valle Maia. Si tratta solo di un semplice refuso: si voleva infatti indicare Maia, l’antica divinità italica delle messi e non i simpatici bookmaker precolombiani.

Maia era una divinità che fu successivamente adottata dai Romani, i quali la posero nel loro pantheon come dea della fecondità e della primavera. Ogni primo maggio il dio Vulcano (dio del fuoco) le offriva in sacrificio una vacca gravida affinché con il suo sacro sangue rendesse fertile la terra.

Molto probabilmente i nostri antenati ernici la conoscevano sotto il nome di Bona Dea e la identificavano come Grande Madre di tutte la Terra. Era una divinità talmente importante nell’antico Latium che il suo nome non poteva neanche essere pronunciato. Quando i romani si appropriano della nostra grande madre, ne eressero uno splendido tempio alla base dell’Aventino. Nei pressi del tempio, in un bosco sacro, le sacerdotesse ne celebravano ogni anno, i giorni 4 e 5 del mese di dicembre, i misteri. Al rito erano esclusi gli uomini.

Nel 62 a.C. la sacralità della Bona Dea era ancora intatta. Si narra infatti che in quell’anno Publio Clodio Pulcro, politico romano della gens Claudia, si introdusse clandestinamente nel luogo dove si svolgevano i riti dedicati alla Bona Dea travestito da donna, suscitando lo sdegno delle Vestali e generando una crisi politica che portò addirittura ad un processo contro il giovane Publio accusato di incestus.

Publio Clodio, figlio di Appio, è stato colto in casa di Gaio Cesare mentre si compiva il sacrificio rituale per il popolo, in abito da donna, ed è riuscito a fuggire via solo per l’aiuto di una servetta; grave scandalo; sono sicuro che anche tu ne sarai indignato.

Così riportò Cicerone nelle sue Lettere ad Attico 

Altro che bunga bunga…

Commenti

commenti

About The Author

Number of Entries : 37

© 2011 Guarcino & Campocatino

Scroll to top